-PREMESSA

–  L’installazione un Kit Maggiorato TAROX  deve essere eseguita esclusivamente da personale esperto e qualificato. Un montaggio eseguito non correttamente oppure senza seguire le istruzioni contenute in questo manuale può comportare malfunzionamenti o danni.

– L’ istallatore di questo Kit Maggiorato TAROX  deve determinarne l’ idoneità al montaggio sulla vettura su cui è destinato e la sua rispondenza alle leggi e regolamenti del paese di immatricolazione.

– Ogni Kit Maggiorato TAROX è specifico per il modello di automobile per cui è stato ingegnerizzato collaudato; in caso di cambio della propria vettura evitare di smontarlo con l’ intenzione di installarlo su un modello diverso oppure di venderlo per una applicazione diversa da quella a cui è stato originariamente destinato.

-INFORMAZIONI PRELIMINARI: VALUTAZIONE DELLO STATO DELLA VETTURA

A – SOSPENSIONI

Il Kit Maggiorato TAROX è caratterizzato da  pinze a pistoncini contrapposti che di norma  trasmettono più vibrazioni al pedale del freno e/o al volante rispetto ai più diffusi sistemi a  pinze flottanti . A consequenza di ciò – soprattutto se il kit viene montato su un veicolo usato – prima dell’ istallazione  è  importante controllare cuscinetti, sospensioni, boccole, testine, semiassi, in conformità con i manuali delle  case automobilistiche e – se necessario  – provvedere alla sostituzione dei componenti usurati.  Il montaggio del kit su componenti usurati può comportare danni permanenti ai dischi con conseguente riduzione delle prestazioni e vibrazioni sul volante e/o sul pedale del freno anche pochi km dopo l’installazione.

B –  RUOTE

Sebbene molti Kit Maggiorati TAROX siano compatibili con le ruote originali, prima dell’ acquisto si consiglia vivamente di controllare che il kit non vada ad interferire con le ruote in dotazione al veicolo sul quale il kit deve essere montato. A tale proposito sono disponibili dei modelli di ingombro che possono essere richiesti a TAROX. L’ uso di distanziali è sconsigliato a meno che non siano indispensabili per l’ utilizzo con le ruote in dotazione e, in tal caso, utilizzare sempre distanziali prodotti da aziende di comprovata serietà ed esperienza.

-INFORMAZIONI PRELIMINARI : COMPONENTI DEL KIT TAROX

A- DIREZIONE DI ROTAZIONE DEL DISCO

La direzione di rotazione del disco è la seguente

F2000

Sport Japan

– ORIENTAMENTO DELLE PINZE

Le pinze TAROX sono direzionali : in alcuni  casi il senso di rotazione è indicato da una freccia, in ogni caso, una volta montata sul veicolo, la vite di spurgo deve NECESSARIAMENTE trovarsi nella parte superiore della pinza. In nessun caso,  mai allentare o stringere i bulloni che tengono unite le due metà della pinza.

La maggior parte dei Kit Maggiorati TAROX utilizzano dischi scomponibili con il mozzo separato.  Il sistema di ancoraggio del disco al mozzo è assicurato da bulloni speciali che non vanno allentati né stretti per nessun motivo se non nelle operazioni di sostituzione della fascia frenante usurata. Al momento della sostituzione del disco, è consigliabile  controllare anche il mozzo e – se usurato – procedere alla sua sostituzione. Se si sostituisce la sola fascia frenante mantenendo il mozzo esistente è comunque consigliabile procedere nuovamente alla rettifica del disco per garantirne la perfetta planarità. Sostituire sempre entrambi i dischi.

– PASTIGLIE DEI FRENI

Le pastiglie dei freni fornite con il kit Maggiorato TAROX sono studiate per fornire prestazioni efficaci a basse temperature ma anche alle alte temperature che si raggiungono durante la guida sportiva o in circuito. Se si è interessati all’uso di materiali di attrito alternativi è possibile di contattare l’ ufficio tecnico TAROX.

ATTENZIONE:  le pastiglie dei freni fornite con i Kit Maggiorati  non sono dotate di  di sensori d’usura, di conseguenza è essenziale effettuare dei controlli periodici – almeno ogni 5000Km – e sempre dopo una sessione di guida in pista –  onde prevenire danni derivanti da pastiglie eccessivamente usurate. Le pastiglie vengono considerate totalmente usurate quando il materiale di attrito raggiunge uno spessore di 2 mm.

PERICOLO !

L’ uso del Kit Maggiorato TAROX con pastiglie totalmente usurate provoca danni permanenti  ai dischi e alle guarnizioni dei pistoni

BYPASS DEL SENSORE USURA (per veicoli dotati di un sensore di usura delle pastiglie)

Se l’ auto è equipaggiata con un sensore di usura della pastiglia freno, può darsi che non sia compatibile con il Kit Maggiorato TAROX. L’ indicatore di usura non è un requisito necessario e la sua  rimozione non ostacolerà in alcun modo le prestazioni del kit. La rimozione del sensore però  può causare l’ accensione dell’ apposita spia  sul cruscotto, inconveniente che può essere evitato creando un bypass sul circuito elettrico. Questa operazione deve essere eseguita da un professionista qualificato.

LISTA COMPONENTI KIT MAGGIORATO TAROX

La seguente lista include i componenti all’interno della scatola del Kit Maggiorato TAROX  e tutti i componenti per entrambi lati del veicolo.

2 x  pinza multipistoni – completa di pastiglie e

2 x disco scomponibile/disco monoblocco

2 x staffa di adattamento

2 x tubo di collegamento complete di guarnizioni in rame (4)

6 x rasamenti per centraggio pinze

UTENSILI NECESSARI

Per una installazione efficace del Kit Maggiorato TAROX attrezzature sono necessari:

– chiavi combinate chiave di serraggio dinamometrica  con brugole e tappi a vite con punte a esagono incassato

– pinze e fascette di serraggio

– cacciavite

-liquido di spurgo dei freni

-supporto martinetto e assale

– panni puliti compresa tela smeriglio

– solvente per la pulizia

– libretto uso e manutenzione del veicolo

-viti senza testa e bulloni senza dado

– spazzola metallica

– RIMOZIONE COMPONENTI ORIGINALI

Dopo aver sollevato e messo su cavalletti la vettura  e smontato le ruote

Step 1 –   Al fine di evitare perdite del liquido freni  collegare i recipienti di spurgo  alle viti di spurgo su entrambi i lati del veicolo e procedere al loro allentamento. Pulire a fondo le zone nei pressi dei tubi idraulici facendo attenzione a rimuovere tutto lo sporco e i detriti.

Step 2 – Utilizzando una chiave poligonale, allentare il tubo freni  freni all’estremità del telaio. Avere sempre a disposizione un panno pulito o una coppa di drenaggio per raccogliere  eventuali perdite di liquido freni. Se presenti, rimuovere con attenzione tutti eventuali staffe e supporti del tubo freni, evitado di danneggiarne o di allentare i supporti che potrebbero essere riutilizzati per i nuovi tubi freno

Step 3  – Rimuovere il tubo flessibile del circuito freni  dalla forcella del telaio e da qualsiasi altro collegamento in linea. Il tubo flessibile del circuito freni può rimanere collegato alla pinza del freno. È consigliabile chiuderlo per evitare l’ingresso di sporco ed eventuali perdite durante il montaggio.

ATTENZIONE !

Assicurarsi che il liquido freni non entri in contatto con nessuna superficie verniciata. Se il liquido freni dovesse entrare in contatto con tali superfici, lavarle immediatamente con acqua calda saponata, al fine di evitare eventuali danni.

Step 4 – Rimuovere i bulloni di montaggio della pinza che tengono fissata la pinza alla sospensione.  Rimuovere il gruppo  pinza-tubo

Step 5 – Localizzare e rimuovere eventuali viti o bulloni che tengono fissato il disco del freno originale al mozzo. Rimuovere il disco originale dal mozzo. Se si incontrano delle difficoltà nella rimozione del disco è possibile utilizzare un mazzuolo di gomma per dare leggeri colpi alla parte posteriore del disco in diversi punti equidistanti intorno alla sua circonferenza fino a liberarlo dalla faccia del mozzo. A questo punto il disco può essere rimosso.

Step 6 – È essenziale che vi sia pieno contatto tra la superfici della staffa e quello della sospensione, qualsiasi interferenza va rimossa. A tal fine pulire a fondo le superfici di montaggio della staffa  utilizzando un panno inumidito con del solvente e in seguito carta smeriglio media. Se su queste superfici sono presenti segni di corrosione rimuoverli con carta abrasiva e/o una spazzola metallica. Assicurarsi di non lasciare alcun segno di corrosione e che su queste superfici non ci siano sbavature.

Notare che  le staffe di adattamento TAROX potrebbero essere montate sul lato opposto a quello dove sono montate le pinze originali: in questo caso assicurarsi che non ci siano sbavature o segni di corrosione su queste superfici seguendo la procedura di pulizia sopra descritta. Indipendentemente dai bulloni utilizzati, per il montaggio della staffa sulla sospensione  serrare in base alle specifiche del costruttore del veicolo.

Step 7  – Pulire a fondo ed in modo accurato l’area del mozzo sulla quale deve essere montato  disco  utilizzando un panno inumidito con del solvente.  Se su queste superfici sono presenti segni di corrosione rimuoverli utilizzando carta abrasiva o una spazzola metallica: è essenziale che non vi siano tracce di corrosione e di sbavature

Step 8 –  Dopo aver pulito con cura il montante assemblare la nuova staffa di adattamento al montante, assicurandosi che sia nella giusta posizione  – la scritta TAROX deve essere rivolta verso il motore – quindi  avvitare la staffa. Serrare i bulloni la staffa in modo definitivo solo DOPO essersi accertati che non siano richiesti ulteriori aggiustamenti.

Step 9 –  Il disco è già  pronto per essere montato senza ulteriori interventi :evitare di  pulirlo con prodotti  tipo solventi, benzina o altro. Posizionare il disco scomponibile/ monoblocco sul mozzo. Se il disco  non rimane piatto sulla superficie del mozzo e non ruota liberamente con un minimo di 3mm (1/8”) di distanza la protezione anti polvere deve essere rimossa o allontanata dal disco fino a raggiungere la distanza di 3mm

 Per la procedura di rimozione fare riferimento al manuale di uso e manutenzione del  veicolo. Controllare che il disco ruoti senza oscillazioni: nel caso pulire ulteriormente le superfici di appoggio.Step 10 – Con il gruppo disco e campana/disco monoblocco  in posizione e fissato al bordo del mozzo guidare il nuovo gruppo pinza 1 sul disco e inbullonare la pinza alla staffa di fissaggio pinza utilizzando le viti senza testa della pinza.  A questo punto evitare di stringere eccessivamente le viti.

http://blog.tarox.com/wp-content/uploads/2018/07/Pic-7-1024×839.jpg

http://blog.tarox.com/wp-content/uploads/2018/07/Pic-7-1024×839.jpg

Step 12 –  Rimontare tutti i componenti assicurandosi di reinstallare il disco in posizione perfettamente centrale e controllare nuova mente il gioco del disco. Una volta raggiunta la distanza corretta, stringere i bulloni secondo quanto riportato nella tabella delle coppie di serraggio in al termine di questo post.

Step 13 -Rimuovere il bullone forato  sul lato della pinza. Inserire la rondella di rame sul bullone forato , il raccordo ad occhiello ed infine un’altra rondella di rame. Avvitare il tutto al foro di alimentazione della pinza a mano, in modo che il raccordo  possa ruotare durante le fasi successive di montaggio.

Step 14 – Assicurare il tubo di alimentazione a tutti gli eventuali supporti. Inserire il raccordo del tubo di alimentazione nella staffa al telaio, assicurandosi che non si creino torsioni.

Step 15 –Ricollegare il tubo di collegamento all’impianto di alimentazione del liquido freni sul telaio. Installare eventuali clip di fissaggio. Serrare il raccordo del tubo alla coppia prescritta dal costruttore del veicolo. Serrare a mano il raccordo ad occhiello alla pinza. Assicurarsi che il tubo di freni non venga sottoposto a torsioni.Step 16 -Installare temporaneamente la ruota e muovere completamente lo sterzo controllando l’installazione generale del tubo freno per assicurarsi che non si pieghi, non si estenda o non entri in contatto con componenti della sospensione,  del telaio, della trasmissione o della ruota. Se necessario modificare il percorso del tubo freno.

PERICOLO !

Un posizionamento del tubo freno errato può causarne la rottura con la fuoriuscita del liquido freni e il malfunzionamento del impianto frenante : le conseguenze possono essere fatali con gravi lesioni e danni per sé e gli altri.

Step 17 – Stringere l’estremità del tubo del freno  con una coppia di serraggio di 25Nm (18lbs-ft).

Step 18 – Ripetere le operazioni sull’altro lato del veicolo

Step 19 – Spurgare accuratamente il circuito assicurandosi che tutte le bolle d’aria siano affiorate. TAROX raccomanda il fluido freni RoadRace

ATTENZIONE

-MAI svuotare completamente il serbatoio del liquido freni.

– Utilizzare solamente liquidi nuovi direttamente dal flacone.

-Stringere le viti di spurgo con una coppia di serraggio di 17Nm .

 

CONTROLLI FINALI

-Controllare la presenza di eventuali perdite di liquido freni quando il sistema è sotto pressione. Pulire eventuali perdite accidentati di liquido freno. -Pulire con attenzione le parti nelle vicinanze di raccordi per tubi, bocchettoni e giunti. Controllare nuovamente la presenza di eventuali perdite quando il sistema è sotto pressione.

– Controllare il livello del liquido nel serbatoio del liquido freni. Rabboccare fino al raggiungimento del livello massimo indicato sul serbatoio.

-Accertarsi che tutti i tubi siano fissati e nella posizione corretta.

– Reinstallare le ruote e serrare i dadi della ruota in base alle specifiche del produttore del veicolo.

-Far girare lentamente la ruota facendo attenzione a cogliere eventuali rumori di sfregamento, ad esempio una protezione parapolvere che tocca il lato interno del disco.

– Controllare il massimo e il minimo angolo di sterzata della ruota assicurandosi che i tubi del freno abbiano libertà di movimento e che non tocchino le ruote.

  • Abbassare con cura il veicolo conformemente agli standard di sicurezza. Controllare nuovamente il percorso del tubo facendo ruotare lo sterzo da un estremo all’ altro.

OPERAZIONI DI RODAGGIO

-Il rodaggio ha lo scopo di aumentare gradualmente la temperatura dei componenti senza causare uno shock termico e di “sposare” le superfici delle  pastiglie dei freni cone quelle del disco. TAROX raccomanda una procedura di rodaggio così articolata.

-A veicolo fermo pompare il del freno fino a  farlo diventare stabile.

-Guidare il veicolo con prudenza per controllare il funzionamento del nuovo impianto: la frenata deve essere dolce, senza vibrazioni

– Per i primi 20km, frenare leggermente passando da 80-100 km/h fino a 50 km/h se possibile in ripetendo la stessa operazione 8 volte.

–  Evitare assolutamente frenate ad alta velocità fino all’arresto completo, poiché solo si surrriscaldano la superficie esterna del disco mentre la massa rimane fredda.

– Per i 150km che seguono aumentare la pressione sui freni, come quando ci si ferma nel traffico, evitando se possibile degli arresti completi a una velocità superiore a 110km/h. A questo punto, l’area adiacente ai bulloni di montaggio dovrebbe avere un colore di rinvenimento blu chiaro. Questa è una buona indicazione che è stato raggiunto il corretto accoppiamento dischi pastiglie.

–  Per i successivi 150 km aumentare gradualmente l’ intensità di frenata, dopo di che sarà possibile effettuare fermate a piena potenza. Il colore della superficie del disco dovrebbe ora essere ancora variabile dal blu scuro al blu chiaro, a seconda del tipo di pastiglia e dell’ intensità di frenata utilizzato durante il processo.

Questo processo deve essere completato prima di qualsiasi uso su pista/circuito

Il sistema è ora pronto per un utilizzo normale.

USO IN PISTA

– Se usato in pista i seguenti punti devono essere rispettati in modo da non deformare il disco.

– All’inizio di una sessione eseguire almeno un giro riscaldamento per i freni aumentando gradualmente lo sforzo ad ogni curva, evitando di frenate prolungate con il piede sinistro.

– Eseguire almeno un giro di raffreddamento al termine della sessione frenando solo leggermente.

– Non lasciare il piede sul freno quando la macchina è parcheggiata nel paddock dopo una sessione su pista. Il   calore creato dalla pastiglia creare una microsaldatura del materiare di attrito sulla pista frenante, che causa forti vibrazioni in frenata.

-Controllare completamente il sistema frenante dopo ogni evento.

– Per la maggior parte delle installazioni su auto l’utilizzo in circuiti da gara può risultare più impegnativo per il sistema frenante di un’ auto da corsa già preparata in base ai seguenti elementi: a) nessuna azione di raffreddamento dell’ impianto b) maggiore peso del veicolo c) distanze di frenata più lunghe a causa della tecnica di guida o dell’aderenza degli pneumatici. Pertanto è molto importante controllare a fondo il sistema frenante dopo ogni utilizzo, tenendo presente che le auto da corsa compiono in media meno di 50 giri prima di ricevere assistenza.

 

– MANUTENZIONE

– Se non espressamente indicato, il sistema non richiede particolare manutenzione. L’usura sul disco deve essere monitorata, per verificare che lo spessore non scenda al di sotto del minimo previsto.

-TAROX raccomanda un’usura massima del disco del freno di 1,5mm di spessore rispetto ad un disco del freno nuovo.

APPENDICE

TABELLE DI SERRAGGIO KIT MAGGIORATI
Nm  
Mozzo/disco (M6 8.8) 11  
Mozzo/disco (M6 12.6) 18  
Mozzo/disco (M8) 22    
Pinza/Staffa (M12) 70    
Bracket to vehicle hub:  
Staffa filettata (M12) 70    
Staffa filetata (M14) 180    
 

Montante filettato (M12)

90
 

Montante filettato (M14)

240    
Raccordo a occhiello 21    
Vite di spurgo 21    
* Valori validi su filettature asciutte e a freddo
           
       
 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa Porsche Boxman di Bisi